Archive for the ‘Scienze&Tecnologia&Informatica’ Category

SOLIDI A VOLONTÀ!

venerdì, gennaio 11th, 2019

Cari ragazzi e ragazze, come state?

Io bene e sono di nuovo qui a raccontarvi una nuova esperienza.

In tecnologia, noi ragazzi di seconda, con la professoressa Maccatrozzo stiamo costruendo i solidi. Sì, proprio quelli!!

Per realizzarli ci sono vari passaggi.

Il primo è disegnare su un foglio da disegno o sui cartoncini colorati (come preferiamo) lo sviluppo del solido, se avete ben presente una scatola smontata, ecco, quel  disegno lì. Però, si possono fare altrettante figure, come piramidi, prismi… . Il tutto si deve compiere con accurata precisione, e prima di farli devi saper fare due fondamentali cose: uno, saper realizzare i poligoni data la circonferenza e dato il lato, in modo quasi perfetto; due devi sapere come sviluppare i diversi solidi geometrici, per poi riuscire a montarli creando delle alette apposite per la fase di incollaggio. È per questo motivo che la maggior parte delle persone trova difficoltà in questo passaggio, il tutto deve essere precisissimo. Le strutture da realizzare, di solito, la professoressa ce le indica all’inizio della lezione, in modo da non avere problemi, altrimenti si possono trovare anche nel nostro libro di testo o consultando qualche tutorial su YouTube.

Dopo questa fase, ce n’è un’altra altrettanto precisa e da prestare attenzione: con l’aiuto di una squadra per andare dritti, tagliare con il taglierino la figura. È molto pericolosa questa parte, infatti bisogna stare sotto la supervisione di un adulto, ma quando si incolla il tutto, piegando le alette e montando con la colla si ha una grande soddisfazione! Almeno per me!

Quindi, queste sono le fasi, molto importanti per creare un solido. Naturalmente più se ne fanno e più si accumula esperienza ottenendo un risultato davvero soddisfacente!

Spero che la spiegazione sia stata chiara, se al contrario potete chiedere chiarimenti nei commenti e magari raccontare la vostra esperienza nella costruzione dei solidi!!

Benedetta 2F

6751
890

Settimana del Blog

venerdì, gennaio 12th, 2018

Ciao a tutti!!!!!

A nome di tutta la Commissione Blog volevo ringraziarvi per la partecipazione sentita e l’interesse che avete dimostrato durante la Settimana del Blog. E’ stato davvero un piacere insegnarvi ad utilizzare questo strumento messo a disposizione dalla scuola per tutte le alunne e gli alunni.

Ricordatevi che se volete postare un vostro pensiero, punto di vista….o proporre qualche argomento da discutere con i vostri compagni basta semplicemente che inviate una email all’indirizzo blog.icsilea.gov@gmail.com con il testo….al resto ci pensiamo noi! ;-)

Per ringraziarvi abbiamo creato un video ricordo dell’esperienza fatta insieme….

Vi aspettiamo presto e numerosi!!!!!!

La Commissione Blog

IL DISEGNO TECNICO

venerdì, gennaio 12th, 2018

Ciao a tutti, sono una ex alunna della scuole medie e volevo raccontarvi la mia prima esperienza con il disegno tecnico in tecnologia.
Io avevo la professoressa Maccatrozzo, e già dalle sue prime lezioni mi sono appassionata alla materia infatti quando ci assegnava i compiti per casa io passavo ore e ore a perfezionare il lavoro finché non riuscivo ad ottenere un risultato che soddisfacesse sia me che la professoressa. Non sempre è stato facile perché alcune volte andavo in panico e arrivavo anche a strappare tutto ciò che avevo fatto per ricominciare da capo.
Preferivo rinunciare ai miei impegni pomeridiani, compreso lo sport, per dedicarmi al disegno, lo consideravo e tuttora lo considero una della mia più grandi passioni.

In terza media la professoressa più volte mi consigliò di scegliere una scuola superiore incentrata sul disegno tecnico o comunque che avesse questa materia, lei sosteneva infatti che io avessi una buona mano.Questa mia passione mi ha guidata nella ricerca della scuola. Alla fine la mia scelta è ricaduta nell’Istituto Turazza perché durante una visita a questa scuola, sono rimasta affascinata dalla materia visual in cui viene utilizzato il disegno tecnico per progettare vetrine, negozi e allestimenti. Le prime lezioni fatte al Turazza erano proprio sulla rappresentazione e costruzione di solidi ed io mi sentivo a mio agio perché potevo contare su una solida preparazione avuta durante le medie. Giunta a questo punto mi sono resa conto che molte cose di tecnologia fatte gli scorsi anni, che credevo fossero inutili mi sono invece servite molto.

Adesso vi saluto e vi auguro di fare la scelta più giusta per voi, che segua le vostre passioni e quello che vi piace fare.

Irene

THE LEGO TECHNIC

martedì, novembre 28th, 2017

Buongiornoooo!!!!! Noi siamo Emanuele e Marco… oggi vorremmo parlarvi delle LEGO TECHNIC.

Questo tipo di Lego   ha diverse forme come:

-elicotteri;

-macchine da corsa, da asfalto e da sterrato con o senza motori PULL – BACK o da lavori stradali;

-moto da strada o da sterra…Insomma, un gioco stupendo per tutti!!!!!

LEGO H

 Emanuele e Marco 1F

LEGO

Internet: le due facce della stessa medaglia – questionario

martedì, giugno 6th, 2017

Per l’attività sul bullismo e cyberbullismo abbiamo deciso di fare un questionario perché volevamo sapere le abitudini dei ragazzi su internete i loro comportamenti, in modo da rappresentare gli errori e dare poi dei consigli su come risolverli. Abbiamo voluto realizzarlo noi ragazzi perché siamo più vicini agli argomenti trattati.

A settembre lo potete trovare sul nostro Blog!!!!!

Alessandro L., Alessandro C., Salvatore, Nicolò V., Francesco

 

Internet: le due facce della medaglia – gioco

martedì, giugno 6th, 2017

Per il compito dato dalla professoressa Maccatrozzo di costruire un prodotto per spiegare agli altri ragazzi della mia età come comportarsi nel web, ho ideato un gioco da tavolo,”Il gioco del web”.

L’idea mi è venuta mentre giocavo a “Gli occhiali della matematica”, un gioco per capire quanto si è bravi in aritmetica e geometria. Ho pensato che avrei potuto creare un gioco simile, con lo scopo di vedere se si usa correttamente il web o no. Ho iniziato subito a prepararlo e il risultato è stato davvero soddisfacente!

Mentre creavo il mio prodotto, mi sono sentita sotto pressione, perché mancava un giorno alla consegna e non era ancora terminato.

Per realizzare le carte da gioco, ho pensato di utilizzare Google Drive. Infatti, con un programma, ho creato la forma rettangolare con angoli tondeggianti della carta, e ho ideato delle domande entrando nel sito “Generazioni connesse”. Poi le ho trascritte nelle figure precedentemente create. Ho usufruito dello stesso programma per realizzare il tabellone, che presenta un “serpente di caselle” con vari simboli. Questi simboli, poi, porteranno al prendere le varie carte costruite. Però questo gioco non è così semplice come si può pensare, perchè se non rispondi correttamente ai quesiti sulle carte, non potrai proseguire.

Quindi te, lettore, stai molto attento, perchè gli errori che compi nel gioco li potresti compiere anche nella vita reale quindi pensa bene prima di agire! Anche se questo è un comunissimo gioco da tavolo è molto istruttivo, e ti insegnerà a muoverti liberamente sul web.

Ma ora, non perdiamo tempo… VIAAAAAAAAA!

Beatrice 2C

immagine 1  immagine 2  immagine 3

Internet: le due facce della medaglia – Video

martedì, maggio 30th, 2017

Con questi video voglio rappresentare come dei Supereroi possono diventare Super Errori. Molte volte il web è un luogo pericoloso, perché la gente pensa di fare le cose in segreto ma in realtà sono visibili a tutti. Infatti uno dei Super Errori parla di una ragazza che ha inviato foto intime al suo ragazzo, che però le ha condivise. Attraverso questi video voglio comunicare i possibili errori e fare capire come evitare di commetterli. Il web è una grande opportunità, però bisogna sapere come comportarsi. Stai attento a ciò che fai nel web!

Carlotta 2C

VIDEO 1

VIDEO 2

Internet: le due facce della medaglia – cartellone

martedì, maggio 30th, 2017

Quest’anno la nostra classe si è cimentata sul tema del bullismo e cyberbullismo, cercando di esprimere le nostre idee attraverso video, depliant e giochi di vario genere.

Per documentarci sul tema abbiamo consultato questo sito: http://www.generazioniconnesse.it/site/it/home-page/. Per fare questo abbiamo deciso di rappresentare i Super Errori, personificazioni degli errori che si possono commettere in internet e le loro conseguenze, attraverso un cartellone.  Abbiamo voluto raffigurare due dei sette Super Errori, cioè Chat Woman e l’Incredibile Url.

Alessia 2C, Martina 2C, Nicole 2C, Anna 2C

 

MANIFESTO DELLA COMUNICAZIONE NON OSTILE

domenica, febbraio 19th, 2017

“Il potere delle parole: commuovono, scaldano il cuore, valorizzano, danno fiducia, semplicemente uniscono… E poi ci sono tweet, post e status: feriscono, fanno arrabbiare, offendono, denigrano, inesorabilmente allontanano. Perché se è  vero che i social network sono luoghi virtuali dove si incontrano persone reali, allora viene da domandarsi chi siamo e con chi vogliamo condividere questo luogo.” (http://www.paroleostili.com/) 

Il 18 febbraio  a Trieste si è presentato un progetto sociale di sensibilizzazione contro la violenza nelle parole, il Manifesto della comunicazione non ostile, una carta che raccoglie 10 princìpi di stile per ridurre, arginare e combattere i linguaggi negativi che si propagano facilmente in Rete. Ecco il risultato…

prof..sa MAccatrozzo

 

 

I SUPER ERRORI!!!!!

lunedì, febbraio 13th, 2017

Ciao a tutti! Lo so….quando avete visto la parola “ERRORI” avete subito pensato a quelli che avete fatto nelle ultime verifiche 8-O !!!! Qui però i SUPER ERRORI sono dei protagonisti  di animazioni e rappresentano quegli atteggiamenti che spesso noi adottiamo in Internet, in particolare sui Social Network. Ora ve li presento:

  • Chat Woman, colei che chatta dalla mattina alla sera, talmente tanto da non distinguere più tra virtuale, iniziando ad avere difficoltà a socializzare
  • Silver Selfie, che scatta fotografie a raffica col suo smartphone e le mette sui social network senza neanche stabilire cosa è opportuno pubblicare e cosa no
  • L‘Incredibile Url, invece, apre qualsiasi link gli si presenti davanti e per questo rischia di aprire contenuti non consigliati ai minori o di cadere in qualche trappola informatica
  • L’Uomo Taggo non è da meno: lui condivide le foto segnalando le altre persone presenti senza neanche chiederglielo, in barba alle più basilari regole sulla privacy
  • L’errore della Ragazza Visibile è quello di postare su Internet contenuti privati, confidenze, magari foto osè, non calcolando che potrebbero capitare in mani sbagliate e farla pentire amaramente di averli resi pubblici. E allora si potrebbe trasformare in Tempestata, la cyber-bullizzata per definizione, oggetto di commenti offensivi, di attacchi diretti; una vita la sua, che può diventare un inferno
  •  Postatore Nero, che con i suoi like e le sue condivisioni scriteriate potrebbe essere il complice perfetto dei cyberbulli, una cassa di risonanza involontaria ma pericolosissima

Quali sono le “armi segrete” per difendersi al meglio? Per difendersi, però, non basta conoscere la teoria, bisogna sapere cosa fare per reagire. Tre ‘armi segrete’ per diventare meno attaccabili:

  • Super Intelligenza che, prima di aprire un link, di scrivere qualcosa sul web, di giocare online con qualcuno, invita a pensarci bene;
  • Parole a raffica, per non aver paura di condividere con gli altri esperienze spiacevoli vissute in Rete e confidarsi con i genitori o con un adulto di cui ci fidiamo;
  • Schermo Protettivo, il filtro mentale che ci impedisce di comunicare informazioni personali (come le password) o i nostri contatti a chi incontriamo online. 

Un ultimo consiglio: visitate il sito WWW.GENERAZIONICONNESSE.IT, dove potete trovare tante informazioni e tanti utili consigli

A presto
prof.ssa Maccatrozzo